ROSARIO BRUNO MELE

L’UOMO . L’ARTISTA . L’ANIMO . LA VITA . IL MUSEO

    

L'ASSOCIAZIONE CULTURALE

CHI SIAMO:
Rosario Bruno Mele.
COSA FACCIAMO:
Apriamo le porte all'emozione.
PERCHE' LO FACCIAMO:
Per emozionarVi!

 

ROSARIO BRUNO MELE

L'Uomo e L'Artista

I miei occhi un paio di occhiali.

Il mio corpo un lungo spago sottile.

La mia faccia due facce:

il comico sovrapposto al tragico.

Raccolgo tutto in un pezzo di carta,

faccio una palla che stringo forte con lo spago.

Stringo tanto che mi manca il fiato.



(Rosario Bruno Mele)


"... La sua biografia potrebbe essere scritta da un grande autore, come Hemingway, perché è la biografia di un uomo del nostro tempo che ricerca in geografia ciò che la nostra epoca ha perso in storia. Invece di ripartire dall'ultima forma, Mele riaffonda nelle radici storiche dell'umanità e in questo ha buoni precedenti, cominciando da Paul Klee, da Campigli e da tutti coloro che, non rifiutando il nostro tempo, si sono tuttavia sentiti immersi in un'atmosfera extra temporale dove la felicità dell'espressione ritorna ad essere una felicità di coscienza." (Raffaele De Grada 1971)

BIOGRAFIA:

1924. Rosario Bruno Mele nasce a Napoli nei Quartieri Spagnoli. Figlio unico di padre ferroviere. Rimane orfano a due anni.
1939. Realizza i primi disegni raffiguranti i vicoli e le persone della sua Napoli. Vince il primo premio come ritrattista ai Ludi Juveniles.
1940. Segue corsi universitari presso l'Istituto Orientale di Napoli.
1943. Volontario durante la II^ Guerra Mondiale prima con i paracadutisti del 185° Reg. "Geronimo" e poi con i reduci della divisione parà della "Nembo". Ottiene la decorazione "Croce al merito di guerra" - Realizza disegni sulle tragiche esperienze di guerra e scrive brevi racconti.
1945. Viaggia negli Stati Uniti con una nave mercantile. Incontra Jack Keroauc e Peter Orlowsky. Realizza opere di "action-painting" coinvolgendo ex militari e prostitute a cui imbrattava le suole di vernice e li faceva camminare su fondi preparati con i nomi di città europee, dei campi di concentramento e di luoghi di morte in guerra. A chi gli contestava il genere di arte rispondeva: "cerco solo di far riflettere possibilmente in vostra compagnia...". Espone le sue opere in una mostra personale sulla famosa collina "Telegraph Hill" a San Francisco.
1948. Si trasfersce a Milano. Instaura rapporti con artisti e studiosi del tempo e realizza disegni e opere varie.
1954. Il famoso mercante d'arte Giuseppe Bergamini organizza all'artista tre importanti personali (1955-1956-1957) con introduzione critica di Giampiero Giani.
1958. Viaggia in numerosi paesi dell'Africa (Congo, Costa d'Avorio, Angola) e rimane affascinato dalla "Grande Arte Africana". Apprende dai locali l'arte di scolpire il legno e ne assimila le tecniche e i problemi che affliggono quelle popolazioni. Pubblica articoli su Riviste d'arte e scrive il libro "Viaggio nell'Arte Negra". Nel Gabon inconta il noto Dr. Albert Schweitzer e ne viene conquistato dalla grande umanità, lealtà, intelligenza. Il concetto di "rispetto per la vita" sarà il principio a cui si ispirerà nel suo futuro di uomo e di artista.
1959-1969. Viaggia in Europa e negli Stati Uniti. Incontra artisti del tempo e matura il concetto di "rivoluzione nell'evoluzione dell'immaginazione e nella ricerca della spiritualità". Scopre nuovi supporti per le sue opere realizzando i suoi Graffiti e le sue Carte Bruciate (Encausti).


Voglio che la mia arte viva fra la gente,
che apra la porta alla liberazione.


Rosario Bruno Mele
















.

CARTE BRUCIATE


La magia della cera,
del "fuoco",
mette in evidenza colori
velature, ombre.


Rosario Mele

Carte Bruciate, colori disciolti nella cera, adoperati con commistioni di fuoco, quasi una frenetica rotativa che invece di ripetere il monotono crea sempre qualcosa di diverso, una creatura nuova, l'anti-robot che riscatta la presenza singola...
(Pasquale Giorgio)

Rosario Mele è l'unico artista al mondo che abbia scoperto e che si realizzi attraverso la tecnica delle Carte Bruciate, e questo suo creare su materia che volutamente distrugge ha già di per se stesso un significato molto profondo, un modo di interpretare in fase tecnica - a monte dell'opera che poi vedrà la luce - l'importanza di svincolarci "noi tutti" da una rete nella quale ci stiamo avviluppando e che potrebbe costarci, più che la vita, la libertà.
(R. Sigismondi, Tribuna Stampa 1972)

GRAFFITI


Nei graffiti sono racchiuse parole, immagini,
cose toccate o solo pensate,
desideri, pezzi di carta, colori.
Talvolta pelle e ossa.
Mentre li ripercorro a ritroso
tutto si riduce a segni, fili, graffi.
A macchie.
A quel nulla che diede loro una spinta.


Rosario Mele

.

Nei graffiti rientrano tutti gli elementi dell'alchimia propiziatoria degli antichi:
il fumo e il fuoco, la cera e la cenere, la sabbia e l'argilla, pollini e semi, resine e linfa: prodotti della natura che si trasformano in opere amalgamate di poesia e di colore, li possiamo esporre al gelo e al temporale: non soffrono, anzi ci stanno bene.
Ritrovano gli elementi di cui sono impastati, più vivi e luminosi, carichi di un misterioso significato primitivo che, forse per questo ne rende più agevole il cammino verso il nostro sentire e il nostro capire.
(da uno scritto di Luigi Majno su Rosario Mele)

.

GRAFICA

COLLAGES - DISEGNI - XILOGRAFIE - INCISIONI

...dal quindicenne che ritrae ragazze di vita della sua Napoli, fino a quelli di oggi, è sempre il desiderio a plasmare l'immagine.

Immagini esplosive, creative, impositive, arroganti a volte e ribelli, liriche e drammatiche...
L'artista Rosario Mele si è incamminato da tempo verso questo itinerario labirintico, psicologico, nei rituali del fantastico che lo vuole tra le figure più effervescenti del surrealismo italiano.
(Carlo Franza 1989)

A chi gli faceva osservare se "quella" fosse arte...

Rosario Mele rispondeva:

«Con queste "cose" cerco solo di riflettere,

possibilmente... in vostra compagnia.»

RASSEGNA STAMPA



Rosario Mele

Rosario Mele

DICONO DI NOI

Recensioni tratte dalla nostra pagina Facebook
Posto incantevole nella stupenda cornice del lungolago di Abbadia. Persone incantevoli che ti accolgono spiegandoti la vita dell'artista e le sue opere ambientate nella sua casa. Da visitare!!
Daniela P.

Daniela P.

Italy
Un luogo per immergersi nella vita di un artista con naturalezza e intimità, come se fosse lì ad accoglierti ed accompagnarti fra le sue opere ma anche ad offrirti un buon caffè seduti in giardino.
Bruna P.

Bruna P.

Italy

CONTATTI

Compila il modulo sottostante con i tuoi dati e la tua richiesta di informazioni.
Verrai contattato al più presto.
Please fill in all of the required fields

DOVE SIAMO

Associazione Culturale ROSARIO BRUNO MELE
CASA MUSEO

Via Lungolago, 66 - 23821 Abbadia Lariana (LC)